Venerdì 19 agosto, ore 20.00musicAeterna
Direttore Teodor Currentzis
Nadezhda Pavlova, soprano
Dmitry Ulyanov, basso

Auditorium Oscar Niemeyer

Venerdì 19 agosto
Auditorium Oscar Niemeyer, ore 20.00
musicAeterna
Direttore Teodor Currentzis
Nadezhda Pavlova, soprano
Dmitry Ulyanov, basso
Musiche di Strauss, Shostakovich
Posto unico € 50

Programma

Richard Strauss
Metamorphosen, studio per 23 archi solisti

Dmitry Shostakovich
Sinfonia n.14 in sol maggiore per soprano, basso, archi e percussioni, op.135

TEODOR CURRENTZIS
Direttore d’orchestra

Teodor Currentzis è Fondatore e Direttore Artistico dell’Orchestra e del Coro musicAeterna.
Dal 2018 è anche Direttore Principale della SWR Symphonieorchester Stuttgart.
Teodor Currentzis è nato in Grecia, dove ha iniziato i suoi studi musicali. Nel 1994 è entrato al Conservatorio di Stato di San Pietroburgo per studiare con il leggendario professore Ilya Musin.
Nel 2004 Teodor Currentzis ha fondato l’Orchestra e Coro musicAeterna, con cui lavora su musica sacra medievale, opera barocca e brani sperimentali di compositori d’avanguardia moderna, comprese alcune partiture da lui appositamente commissionate.
Teodor Currentzis è uno dei fondatori di “Territory”, un Festival-Scuola Internazionale d’Arte Contemporanea fondato nel 2006. Dal 2012 è Direttore Artistico del Festival Diaghilev, che si svolge a Perm, città natale del famoso impresario Sergei Diaghilev.
Insieme a musicAeterna ed alla SWR Orchestra, Teodor Currentzis è regolarmente in tournée in Europa e nel mondo con esibizioni in numerosi luoghi prestigiosi. In qualità di direttore d’orchestra e direttore musicale, ha collaborato con i principali teatri d’opera in Russia e in Europa, tra cui l’Opéra de Paris, la Bayerische Staatsoper, l’Opernhaus Zürich, il Teatro Real e il Teatro Bolshoi. Ha inoltre collaborato con i più importanti esponenti del teatro occidentale moderno: Robert Wilson, Romeo Castellucci, Peter Sellars, Dmitri Tcherniakov, Theodoros Terzopoulos e molti altri. Teodor Currentzis viene frequentemente invitato dalla RUHRtriennale, così come dai Festival di Salisburgo, Lucerna e Aix-en-Provence.
Teodor Currentzis e musicAeterna sono artisti esclusivi di Sony Classical. Le loro registrazioni di opere di Mozart, Mahler, Beethoven, Tchaikovsky, Rameau e Stravinsky hanno ottenuto grande successo di critica e numerosi premi musicali internazionali: ECHO Klassik, Edison Klassiek, Japanese Record Academy Award e un Opera Award della BBC Music Magazine.
Durante la sua carriera, Teodor Currentzis è stato insignito della “Maschera d’oro” (il prestigioso premio teatrale russo) per ben nove volte. Inoltre, ha ricevuto il prestigioso KAIROS Award della Toepfer Foundation.
Nel 2018, il musicAeterna Choir è stato vincitore degli International Opera Awards.

NADEZHDA PAVLOVA
soprano
Il soprano lirico Nadezhda Pavlova è uno dei più emozionanti artisti della sua generazione.
Nel 2017, Nadezhda Pavlova ha vinto il prestigioso premio teatrale russo – Golden Mask – per il ruolo da protagonista nella Traviata di Bob Wilson, con direttore Teodor Currentzis, mentre dal 2012/13 è membro del rinomato Perm Opera and Ballet Theatre.
Il suo repertorio comprende i ruoli di Violetta (Traviata), Lucia (Lucia di Lammermoor), Donna Anna (Don Giovanni), Contessa (Le nozze di Figaro) Fiordiligi (Così fan tutte), Konstanze (Il Ratto del Serraglio), Marfa (La sposa dello zar ), Micaëla (Carmen), Zerbinetta (Arianna a Naxos), Musetta (La Bohème), Volkhova (Sadko), Gilda (Rigoletto), Olympia (Les contes d’Hoffmann), Louisa (Fidanzamento in un monastero), Adele (Die Fledermaus), Marta (Il Passeggero), Suor Constance (Dialogues des Carmélites), Cunegonde (Candide) e una vasta selezione di Lieder.
Nadezhda Pavlova è stata invitata ad esibirsi nelle principali sale da concerto e liriche europee come il Teatro del Bolshoi di Mosca, la Elbphilharmonie di Amburgo, il Teatro dell’Opera di Amburgo, la Kölner Philharmonie di Colonia, la Konzerthaus di Dortmund, il Grand Théâtre del Lussenburgo e la Konzerthaus di Vienna. Dal 2017 Nadezhda Pavlova è solista ospite al Teatro Bolshoi di MInsk, mentre durante la stagione 2018/2019 è stata solista ospite al Teatro Bolshoi di Mosca.
Nel 2019 Nadezhda Pavlova, con grande successo di critica, ha debuttato al Festival di Lucerna nei panni di Donna Anna e Fiordiligi, sotto la direzione di Teodor Currentzis; nel 2020 ha ricevuto critiche entusiastiche per la parte di Volkhova al Teatro Bolshoi (direttore Dmitri Tcherniakov) e ha vinto il Premio Casta Diva come “cantante dell’anno”.
La scorsa estate Nadezhda Pavlova ha debuttato in modo fenomenale al Festival di Salisburgo, nel ruolo di Donna Anna nel “Don Giovanni” di Romeo Castellucci.
Quest’anno torna al Festival di Salisburgo come Prima Sibilla nel “De Temporum Fine Comoedia” di Romeo Castellucci.
Nella prossima stagione, invece, Nadezhda Pavlova debutterà all’Opera di Stato di Monaco nel ruolo di Costanza e al Teatro dell’Opera di Zurigo nel ruolo di Violetta.
Nadezhda Pavlova è “Artista Associata” di musicAeterna.

DMITRY ULYANOV
Dmitry Ulyanov si è diplomato al Conservatorio di Stato degli Urali nel 2000 e, nello stesso anno, ha vinto il Grand Prix al Concorso Internazionale per Cantanti in Kazakistan. Dallo stesso anno, è solista del Teatro Musicale Accademico di Mosca Stanislavsky e Nemirovich-Danchenko.
Il suo repertorio comprende: Hermann, il Conte di Turingia (“Tannhauser” di R. Wagner), Lindor, Coppelius, Dapertutto, Dott. Miracolo (“Les Contes d’Hoffmann” di J. Offenbach), Raimondo Bidebent (“Lucia di Lammermoor” di G. Donizetti), il Principe Gremin (“Eugene Onegin” di P. Tchaikovsky), Ramfis (“Aida” di G. Verdi), Don Giovanni (“Don Giovanni” di W.A. Mozart) e il Principe Ivan Khovansky (“Khovanshchina” di M. Mussorgsky), Basilio (“Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini) e molti altri.
Nei primi anni della sua carriera, Dmitry Ulyanov si è esibito per importanti enti lirici quali il Teatro Lirico di Cagliari, l’Opera National du Rhin a Strasburgo, il Théâtre du Capitole di Tolosa, l’Opera di Monte-Carlo, l’Opera Municipal di Marsiglia, l’Opera Nazionale di Parigi, il Teatro Mikhailovsky di San Pietroburgo e la Israeli Opera di Tel-Aviv.
Dopo il suo debutto nel febbraio 2011 sul palco del Teatro Real di Madrid (interpretando la parte di Marcel in “Gli Ugonotti” di Meyerbeer, diretto da Renato Palumbo), Dmitry Ulyanov ha iniziato a lavorare a stretto contatto con il Teatro Real e altre realtà spagnole, tra cui il Teatro De La Maestranza di Siviglia (Il Grande Inquisitore nel “Don Carlo” G. Verdi, Hunding ne “Le Valchirie” di Richard Wagner) e il Festival di La Coruna (Sparafucile nel “Rigoletto” di Verdi). Nel gennaio 2012, Dmitry Ulyanov si è esibito al Teatro Real nel ruolo di Re René (“Iolanta” di P. Tchaikovsky) in una nuova produzione con la direzione di Teodor Currentzis e la regia di Peter Sellars). Lo spettacolo è stato trasmesso sul canale televisivo MEZZO e distribuito in DVD.
Nel 2013, Dmitry Ulyanov ha debuttato sul palcoscenico dell’Opera di Bilbao nel ruolo di Procida ne “I Vespri Siciliani” di Verdi. Ha inoltre interpretato il ruolo di Sparafucile al Teatro de la Maestranza di Siviglia. Sempre in territorio spagnolo, nella stagione successiva ha debuttato al rinomato Gran Teatre del Liceu di Barcellona in Don Basilio ne “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini (direttore Giuseppe Finzi, regista Juan Font).
Nelle stagioni successive ha collaborato con diversi enti concertistici in tutta Europa, presentando numerosissimi ruoli tra cui: Filippo II/“Don Carlo” al Teatro Bolshoi di Mosca; Dosifey/ “Khovanshchina” al Teatro dell’Opera di Basilea, ​​Don Basilio al Teatro de la Maestranza di Siviglia, Re Renè/“Iolanta” alla Opéra National de Lyon, Generale/“Il Giocatore” all’Opéra de Monte Carlo ed all’Opera di Stato di Vienna; Boris Timofeevich/“Lady Macbeth del Distretto di Mcensk” al Festival di Salisburgo ed al Teatro San Carlo di Napoli; lo Zar Boris/”Boris Godunov” al Teatro Bolshoi; Attila/“Attila” all’Auditorium de Lyon; Ramfis/”Aida” alla Deutsche Oper Am Rhein e moltissimi altri.
Il 23 maggio 2018 si è tenuto un concerto dedicato al ventesimo anniversario dell’attività operistica di Dmitry Ulyanov, sul palco del Teatro Stanislavsky e Nemirovich-Danchenko di Mosca. Durante questo evento sono state eseguite opere di M. Mussorgsky e D. Shostakovich: scene dell’opera “Boris Godunov” e il poema sinfonico-vocale “L’Esecuzione di Stepan Razin op. 119.
Nelle stagioni più recenti, eventi di rilievo sono stati: l’interpretazione di Don Basilio in una nuova produzione de “Il Barbiere di Siviglia” (regia di Eugenio Pisarev, direzione Pier Giorgio Morandi) presso il Nuovo Palcoscenico del Teatro Bolshoi di Mosca; un concerto di gala dedicato al Centenario del Teatro Stanislavsky e Nemirovich-Danchenko di Mosca; il debutto al Concertgebouw di Amsterdam dove ha presentato per la prima volta “Canti e Danze della Morte” di Mussorgsky (Direttore: Xian Zhang); il debutto all’Opera Bastille di Parigi (regista Krzysztof Warlikowski, direttore Ingo Metzmacher); il debutto al National Center for the Performing Arts di Pechino in “Les Contes D’Hoffmann” di Offenbach, dove Dmitry Ulyanov ha interpretato i quattro villani (Lindorf, Coppelius, Dapertutto, Dott. Miracolo).
Il decreto del Presidente della Federazione Russa del 29.04.2019 № 199 “Sull’assegnazione dei premi statali della Federazione Russa” è stato pubblicato il 4 maggio 2019 e ha assegnato a Dmitry Ulyanov il titolo di “Artista onorato della Federazione Russa”.
La stagione 2019-2020 di Dmitry Ulyanov si è aperta con due diversi ruoli su due differenti palchi, in due diverse produzioni della stessa opera verdiana “Don Carlos”: ha interpretato il Grande Inquisitore all’Opera di Stato di Vienna (regista Daniele Abbado, direttore Jonathan Darlington) e il ruolo di Re Filippo II al Teatro Real di Madrid (direttori Nikola Luisotti e Diego Garcia Rodriguez, regista David McVicar). Tra la fine di novembre e dicembre 2019 Dmitry Ulyanov ha preso parte a una nuova produzione dell’opera di “Il Principe Igor” di Borodin, sul palco dell’Opéra Bastille di Parigi (Direttore Philippe Jordan, regista Barrie Kosky).
Nel febbraio 2020 Dmitry Ulyanov ha interpretato il ruolo dell’ospite varangiano nell’opera “Sadko” di Rimsky-Korsakov sul palco del Teatro Bolshoi di Mosca; nel marzo dello stesso anno ha interpretato Gremin nell’”Eugeny Onegin” per la Fondazione Gulbenkian di Lisbona (regista – Christiina Helin, direttore – Lorenzo Viotti).
Dopo una pausa piuttosto lunga a causa della pandemia di Covid-19, nel maggio 2021 Dmitry Ulyanov è apparso all’Opéra de Lyon nel ruolo dello Zar Dodon in “The Golden Cockerel” di Rimsky-Korsakov (regista Barry Kosky, direttore da Daniel Rustioni). La stessa produzione è stata presentata al pubblico anche ad Aix-en-Provence nel luglio 2021.
Nel settembre 2021 ha inaugurato la stagione al Grand Theatre di Ginevra, in Svizzera dove ha interpretato il ruolo di Kutuzov in una produzione dell’opera “Guerra e Pace” di Prokofiev (regista Calixto Bieito, direttore – Alejo Perez).
Nella primavera del 2022 è tornato sul palco del Teatro Real di Madrid ed ha interpretato il ruolo di Faust ne “L’Angelo di Fuoco” di Prokofiev (diretto da Calixto Bieito). La produzione è stata trasmessa in TV e sul sito Arte.

The musicAeterna Orchestra
L’orchestra musicAeterna è uno degli ensemble più richiesti del mondo ed è stata fondata nel 2004 dal direttore d’orchestra Teodor Currentzis. L’ensemble è composto da musicisti provenienti da quindici diversi paesi; il suo repertorio comprende famosi capolavori antichi, opere del XIX e XX secolo, come anche composizioni sperimentali contemporanee.
Insieme a Teodor Currentzis, l’orchestra musicAeterna effettua regolarmente tournée in Europa e nel mondo con esibizioni in sale da concerto prestigiose tra cui la Konzerthaus di Vienna, la Philharmonie di Berlino, la Elbphilharmonie di Amburgo, la Philharmonie di Monaco, la Philharmonie de Paris, la Kölner Philharmonie, l’Auditorio Nacional di Madrid, la Baden-Baden Festspielhaus e il Teatro alla Scala di Milano. Nel febbraio 2019 musicAeterna ha debuttato in Giappone, mentre nel mese di novembre si è esibita per la prima volta negli Stati Uniti. Il New York Times ha definito questo concerto come uno degli eventi più importanti dell’anno.
L’orchestra musicAeterna è frequentemente ospite di importanti festival internazionali tra cui la RUHRtriennale, il Klara Festival di Bruxelles, il Festival di Aix-en-Provence e il Diaghilev Festival di Perm. Nel 2017 musicAeterna è diventato il primo ensemble russo ad avere l’onore di aprire il programma principale del festival musicale più prestigioso del mondo: il Festival di Salisburgo. I musicisti hanno eseguito “La Clemenza di Tito” (diretta dal Maestro Peter Sellars) e il “Requiem” di Mozart. Da allora, musicAeterna è diventata ospite e protagonista regolare del festival.
Teodor Currentzis e musicAeterna registrano in esclusiva per Sony Classical. Le loro incisioni di opere di Mozart, Mahler, Beethoven, Tchaikovsky, Rameau e Stravinsky hanno ricevuto critiche entusiastiche e prestigiosi premi musicali: ECHO Klassik, Edison Klassiek, Japanese Record Academy Award e BBC Music Magazine’s Opera Award.